fbpx

Oggi mi sento di condividere con voi un argomento delicato e attuale: come è cambiato il comportamento degli utenti durante il Corona Virus.

Nel web esistono importanti tool, Google trend, Talkwalker, Blogmeter ed altri ancora, che svolgono un’attività di raccolta e analisi dei comportamenti sul web, di cosa si dice e come. Da queste analisi si evince che durante l’epidemia le ricerche sempre più frequenti sono rivolte verso i beni basici come il cibo, i detergenti e la sicurezza. Esselunga batte il confronto con e-commerce di moda fortissimi. La situazione si è ribaltata.

Quando ho letto questi dati ho pensato che era ovvio, se vedo la mia vita e quella dei mie amici, la nostra più grande preoccupazione è come fare la spesa e come proteggermi per evitare i contatti.

La riposta invece che vorrei ricevere è cosa accadrà quando si proverà a ripartire, fra un mese. Il mio pensiero è che sicuramente daremo sempre grande importanza all’essenziale, ci sarà meno spreco, ma inizieremo a considerare anche altri beni. Bisognerà sicuramente prendere in considerazione che il livello di povertà purtroppo sarà più diffuso di prima e che la popolazione media modificherà sicuramente le proprie scelte di acquisto.

Ciò che mi sento di consigliarvi, aziende, è di non rimanere fermi ad aspettare ma di ascoltare e costruire una nuova content strategy in riposta alle nuove necessità.

Se l’epidemia ha chiuso le vostre porte, affacciatevi alle finestre ad ascoltare e osservare cosa sta accadendo, quale è il nuovo trend di ricerca e acquisto. E date un contributo.

Mi riallaccio al post di venerdì: importanza dell’ascolto.

Azienda, bisogna ora ascoltare la voce della massa. Si parla di ritorno alle cose basiche. Bene. Non ignoratele. Non chiudete gli occhi, ma ascoltare la loro voce, i loro urli di bisogno e adattate il vs content marketing affinché anche voi riusciate a rispondere a queste domande. Armani, Gucci, Herno lo hanno fatto;

Mango ha costruito un calendario editoriale su Instagram fantastico: dagli esercizi di ginnastica, alle ricette di cucina, ad Instagram live con dj il sabato sera. Potete vederlo qui.

Tutti lo possiamo fare.

Il rischio non è solo di perdere un business ma di perdere la vostra reputation, ciò per cui avete lavorato duramente. Non si chiede necessariamente di cambiare business, ma di prestare attenzione a loro, ai loro bisogni. Consolandoli e non facendoli sentire soli. Riconoscere i loro bisogni, prenderli in considerazione rende il brand UMANO e quindi vicino.

Ascoltare, dare importanza alle loro richieste, sono tutti segnali che li state vedendo, riconoscendo e l’utente si sente importante per voi.

Modificate la vostra content strategy e siate vicini a loro. Ascolto, aiuto e voce.

Queste sono le cose che mi sento di consigliare. E vedrete che tutto andrà bene.

Dal mio profondo cuore.

Cori, imprenditrice come voi

Corinna Cighetti

Author Corinna Cighetti

More posts by Corinna Cighetti

Leave a Reply







E ora esprimi un desiderio. È il punto di partenza di ogni risultato.

A tutto il resto penseremo noi. Tu ci dai un obbiettivo, noi ti aiuteremo a raggiungerlo.

Blog

Oggi pensavo che…

Spunti, riflessioni, consigli e approfondimenti. Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli del blog iscriviti alla nostra newsletter.

Dichiaro di aver letto e accettare la privacy policy

Servizi

Vuoi una consulenza?

Vuoi sapere se la strategia di comunicazione della tua azienda è valida? Saremo felici di offrirti gratuitamente un’analisi della tua impresa con consigli ed indicazioni per una strategia efficace. Contattaci senza impegno per richiedere un preventivo o anche solo un consiglio, il nostre team di esperti è a tua totale disposizione.

Dichiaro di aver letto e accettare la privacy policy

Sede Amministrativa

I nostri uffici

Via Plinio 52, 20129 – Milano
Telefono: 02/49526810
Email: info@trasparenzeadv.it

I nostri canali

Seguici sui nostri social